PANE, FOCACCE, STUZZICHINI, TORTE SALATE SECONDI PIATTI VIAGGI

Mini quiche lorrain, boeuf bourguignon e ratatuille, il mio pranzo “alla francese”…

Eccomi qua, dopo parecchio tempo sono di nuovo a postare una ricetta, 
anzi non è solamente una ricetta, ma uno spunto per un pranzo.

Domenica scorsa sono venuti a casa alcuni amici e nel tentativo di prolungare l’atmosfera francese
che ha caratterizzato le mie vacanze estive, ho iniziato con un aperitivo composto da
alcune mini quiche lorrain e dei deliziosi biscottini salati,
innaffiati da un ottimo rosè delle sabbie (vin de sable) acquistato durante il bellissimo giro in Camargue.
Ho saltato il primo piatto e mi sono cimentata in un
boeuf bourguignonne
( quale blogger non ne conosce la famosissima versione di Julia Child?! )
che ho accompagnato con il  classicone che non può mancare in un pranzo o cena “alla francese”
la ratatouille!

(purtroppo le foto non sono di grande qualità, le ho scattate con il telefono mentre lavoravo 
e quando finalmente tutto era pronto, avevo la casa piena di ospiti affamati
e ammetto che un po’ mi vergognavo a far aspettare tutti per poter fare i soliti mille scatti
da tutte le angolazioni possibili e così ora sono qui a “piangere” sulle tristi 4 foto fatte con il cellulare…)

Ingredienti
per 20 mini quiche e circa 30 biscottini:
– 150g di burro freddo tagliato
a pezzi
– 300 g di farina 00
– 50 ml acqua frizzante
ghiacciata
– 1 bel pizzico di sale
– 1 uovo intero
– 1 tuorlo
– 200 g di panna liquida
– sale e pepe
– cubetti di pancetta (in ogni quiche
ne mettete circa 2)
– formaggio gruviere grattugiato

Nel robot da
cucina mischiate la farina, il burro e un pizzico di sale.
Spostate il composto in una ciotola e versate l’acqua
fredda,
iniziate ad impastare e quando sarà abbastanza omogeneo, proseguite l’impasto sulla spianatoia.
Quando l’impasto sarà morbido ed elastico formate una
palla e mettetelo in frigorifero, 
per almeno mezz’ora, avvolto nella pellicola.
Nel frattempo procedete ad imburrare e infarinare le mini
formine che avete deciso di utilizzare,
passata mezz’ora, stendete la pasta con uno spessore di
circa 4mm
con un tagliapasta tonda tagliate la brisèe e foderate le formine,
formando un piccolo
spessore sui bordi, infornate per circa 10′ a 150°C
in modo che la pasta si indurisca leggermente, nell’attesa sbattete l’uovo intero con il tuorlo,
unite la panna con un pizzico di sale e una bella
macinata di pepe 
in una padella fate rosolare la pancetta senza l’aggiunta
di alcun condimento.
Sfornate le basi di brisèe, distribuite il formaggio, i
cubetti di pancetta
e irrorate con il composto di panna e uova ed infornate a 180°C per altri 10′ circa.
(I tempi sono indicativi, possono variare a seconda
del forno,
dello spessore della pasta e dalla quantità di farcia,
controllate strada facendo
e regolatevi anche a seconda dei vostri gusti)

Ingredienti per il boeuf
bourguignonne per circa 8/9 persone:
 
– 2 Kg di fesa o noce
di manzo 
– 4 o 5 carote
– 2 cipolle
– 3 spicchi di aglio sbucciati e
schiacciati
– Olio EVO, sale e pepe q.b.
– 500 ml di brodo di carne
– 700 ml di vino rosso di
borgogna
– 2 rametti di timo
– 2 foglie di alloro
– 1 rametto di rosmarino
– 3 o 4 cucchiai di farina
– 200 g di pancetta (ho
utilizzato quella già a cubetti)
– 4 cucchiai di salsa di
pomodoro, o 1 di concentrato

La ricetta originale prevede un taglio
della polpa di manzo a pezzi della dimensione di circa 7-8 cm,
io li ho fatti più piccoli e li ho
lasciati in una ciotola a perdere il liquido della carne, 
nel frattempo ho fatto scottare la pancetta 
in acqua bollente per 10 minuti, 
schiumando l’acqua con una schiumarola,
infine scolate il tutto e mettete da parte.
Fate scaldare sul fuoco una capiente
pentola bassa e larga, adatta anche per il forno,
aggiungete un filo d’olio e la pancetta
in pezzi.
Rosolate la pancetta a fuoco dolce per
10 minuti, a questo punto togliete la pancetta dalla pentola e
fate rosolare a fuoco vivo la carne, che avrete asciugato per bene con la
carta cucina,
negli umori della
pancetta, mettendo pochi pezzi per volta, in modo che si cuociano uniformemente,
rigirandoli spesso.
Per evitare che il fondo si bruci, ogni tanto unite un
filo d’olio Evo.
Una volta rosolata tutta la carne
mettetela in un piatto a parte.
Sbucciate le cipolle e pulite le carote,
tagliatele a pezzi e metteteli a cuocere a fuoco medio,
per almeno 10 minuti, nel  fondo di
cottura nella padella, unite la pancetta, la
carne, sale e pepe,
mescolate e dopo circa 5 minuti di
cottura, aggiungete un paio di cucchiai di farina
setacciata,
girate altri 5 minuti e ripetete
l’operazione con altri 2 cucchiai di farina.
Preriscaldate il forno ventilato a
250°C  e infornate la casseruola per circa 10 minuti,
rimescolando la carne dopo 5
minuti, in modo da formare intorno
ai pezzetti di carne 
una crosticina ben rosolata.
A questo punto togliete la pentola dal
forno e abbassate la temperatura del forno a 130°,
irrorate la carne con il brodo e vino
rosso fino a che non risulti completamente coperta dal liquido,
unite anche la salsa o il concentrato di
pomodoro, le erbe aromatiche e gli spicchi d’aglio schiacciati,
riportate ad ebollizione il liquido ed
infornate nuovamente coprendo il tegame,
controllate se la temperatura del forno sia
sufficiente per mantenere l’ebollizione nelle successive 3 ore.
Trascorse le 3 ore, spegnete il forno e
lasciate raffreddare la carne.
Nel frattempo, pulite i funghi champignon
e tagliateli a fettine non troppo sottili.
In una padella fate imbiondire l’aglio
con un filo di olio Evo, unite i funghi e fateli saltare per 5-10 minuti a
fuoco vivo, salate, pepate e aggiungete un mestolino di brodo fino a
terminare la cottura,
lasciando i funghi
ancora leggermente al dente.
Quando il bouef si sarà raffreddato,
togliete i pezzi di carne, qualche pezzo di carota e gli aromi dalla
casseruola e metteteli in una ciotola a parte, con un frullatore ad immersione passate
i liquidi
e i pezzi di carota che non avete messo insieme alla carne, in modo
da ottenere una salsa densa,
in caso potete accendere nuovamente il fuoco e la
lasciate addensare leggermente, 
eventualmente aggiungendo un cucchiaio di
farina e mescolando con una frusta.
Aggiungete nuovamente la carne, le
carote rimaste e i funghi 
e continuate a cuocere per circa 10  minuti.

 

Servite la carne con la salsa
e le verdure,

nella ricetta originale ci sono anche le cipolline che io ho
sostituito con dei cipollotti
che ho lasciato sbollentare in un bicchiere di aceto di vino, 2 o 3 cucchiai di aceto
balsamico 
e qualche grano di pepe rosa, finché i cipollotti non saranno diventati morbidi.

Ingredienti per la ratatouille, per circa 8/9 persone:

– 2 peperoni rossi
– 1 peperone verde
– 2 cipolle bianche
– 1 melanzana (o 2 se è piccola)
– 2 zucchine
– 20 pomodori ciliegino
– Sale e olio EVO q.b.
– un paio di rametti di timo
– 2 spicchi di aglio
– qualche foglia di basilico
– una foglia di alloro
– una di tazza di brodo di verdura, o liquido di vegetazione (di qualche pomodorino), o acqua calda

Sbucciate e tagliate le cipolle, pulite e tagliate i peperoni (eliminando i semi e le parti bianche all’interno), tagliate le melanzane e le zucchine in parti abbastanza grossi.
Tagliate a metà i pomodorini
In una capiente padella fate appassire le cipolle con un filo d’olio a fuoco basso,
aggiungete i peperoni e lasciate cuocere per almeno 10 minuti,
aggiungendo mezzo bicchiere di acqua calda se necessario.
Quando anche i peperoni si saranno ammorbiditi unite gli aromi (timo e alloro) 
gli spicchi di aglio tritati finemente,
salate, pepate e coprite, lasciando cuocere sempre a fuoco basso per almeno 30 minuti.

Nel frattempo, in un altro tegame,
mettete a cuocere le melanzane in circa 3 cucchiai di olio, per 10 minuti,
aggiungete le zucchine e fatele cuocere assieme alle melanzane per altri 10-15 minuti,
fino a che si ammorbidiscano senza disfarsi.
Quando tutte le verdure saranno morbide, ma non disfatte , unitele in un unico tegame
 lasciandole insaporire ancora per qualche minuto a fuoco molto basso.
Se volete dare un tono fresco alla vostra ratatouille potete guarnire con qualche fogliolina di basilico.

You Might Also Like...

18 Comments

  • Reply
    Valentina
    15 settembre 2013 at 18:07

    Ma che te frega delle foto, Cri! Sei stata bravissima, tutto da 10 e lode! Fortunati i tuoi ospiti, si saranno leccati i baffi 🙂 😛 Non ho mai fatto il boeuf bourguignonne, so già che farei disastri, con questo tipo di preparazioni non me la cavo affatto! Complimenti e un abbraccio forte, buona serata! :**

    • Reply
      paneacqua
      16 settembre 2013 at 8:45

      Ciao Vale,
      devo dire che ho sudato…ma in effetti era tutto molto buono, fffiuuuu…
      Per le foto però è un peccato, ma era veramente impossibile con tutti intorno ad aspettare, guardare, mi sentivo ridicola e anche giudicata (magari non era così) ma non ero a mio agio.
      grazie come sempre del tuo prezioso sostegno!
      Un abbraccio e buona settimana.
      Cri

  • Reply
    edvige
    15 settembre 2013 at 19:06

    Forteeee che mangiata, l'ultimo te la lascio non digerisco le verdure ma le due prime le copio grazie e buona settimana…e chi le guarda le foto con questi ingredienti….ciaooo e buona settimana,

    • Reply
      paneacqua
      16 settembre 2013 at 8:46

      Edvige,
      sei molto gentile, va bene un assaggio di tutto (tranne le verdure) te lo mando!
      Grazie e buona settimana a te.
      <3
      Cri

  • Reply
    F.
    15 settembre 2013 at 20:47

    Direi che gli ospiti con un pranzetto così non possono che essere stati pienamente soddisfatti! Bravissima! Un bacioooo

    • Reply
      paneacqua
      16 settembre 2013 at 8:47

      Ciao cara Federica,
      si è andata benissimo…ma le fotoooo!!! 🙁
      Vabbè dai, toccherà rifarlo.
      Bacione e buona settimana.
      Cri

  • Reply
    Paola
    15 settembre 2013 at 23:12

    Ciao cara sei stata bravissima, peccato che non mi hai detto che avresti avuto bisogno dei miei bicchierini, te li avrei mandati volentieri! Un bacio
    Paola

    • Reply
      paneacqua
      16 settembre 2013 at 8:51

      Ciao Paola,
      erano perfetti per chiudere in bellezza, invece non ho fatto alcun dolce, in realtà è stato portato da una degli ospiti 😉
      Un bacione grosso!
      Cri

  • Reply
    Mirtillo E Lampone
    16 settembre 2013 at 7:58

    Fotoooo??? Ma direi che non conta la forma ma il fatto che la tua cena sia venuta bene…e noi ci fidiamo! Un bacione!

    • Reply
      paneacqua
      16 settembre 2013 at 8:52

      Grazie Berry,
      sei molto gentile, è vero quello che conta è che sia andato tutto bene,
      ma avendo un blog…sai com'è,
      comunque stavolta è andata così.
      😉
      Un bacione e grazie.
      Cri

  • Reply
    Claudia
    16 settembre 2013 at 9:34

    Criiiii ammazza che pranzo di tutto rispetto… Mi piace tutto.. davvero tutto e te lodice una che non ama motlo la cucina francese.. ma hai beccato i 3 piatti che invece mi piacciono!!!! Sei stata molto brava..e che pazienza.. baci e buon lunedì 🙂

  • Reply
    silviaVsLucaProject
    16 settembre 2013 at 9:59

    Wooww Che menu'! Io le adoro tutte e tre queste ricette,sarei stata un ospite davvero soddisfatta ;P … Grazie per essere passata a trovarmi,i tuoi complimenti mi hanno davvero lusingata 🙂 un abbraccio

  • Reply
    Sonia
    16 settembre 2013 at 10:48

    mi piace tutto quello che hai cucinato…posso sentirmi invitata anche io? benchè la tua esperienza in Francia mi abbia ferita….sei partita senza di me!! 😀 baciii

  • Reply
    LaBucadelleFate
    16 settembre 2013 at 13:00

    Cristina,Benvenuta nella Buca!!! e quante cose buone da queste parti…ma quei biscottini mi hanno incuriosito di più!!!
    Ciao Lieta

  • Reply
    Lory
    17 settembre 2013 at 21:01

    Che pranzo favoloso, sei stata bravissima!!!
    Menù da copiare…
    un bacione, Loretta

  • Reply
    Lory
    17 settembre 2013 at 21:01

    Che pranzo favoloso, sei stata bravissima!!!
    Menù da copiare…
    un bacione, Loretta

  • Reply
    paneamoreceliachia
    18 settembre 2013 at 13:35

    Cavoli, anche se fossero stati non affamati, con questi profumini gli avrai aperto lo stomaco!
    Sai che anche io mi vergogno un pò a dover fare gli scatti se ho gente a cena? Già c'è il mio bimbo più grande che l'altro giorno mi ha detto che "ho proprio una fissa per questo blog"!!! insomma magari poi gli amici mi prendono per matta o per "fissata"…
    Tu comunque sei stata bravissima! E' bello riproporre a casa ciò che si è amato in vacanza.
    Baci
    Alice

  • Reply
    Claudia Magistro
    22 settembre 2013 at 7:18

    che onore sarà stato essere tra i tuoi ospit.
    spettacolo, altro che pane e acqua eh?
    :*
    brava
    Cla

Leave a Reply