SECONDI PIATTI

Carote e cumino in una brisée da favola.

In una “gita” ad Eataly a Torino ( ancora non avevano aperto quello di Milano), 
ho comprato un pacco di farina del Mulino Marino, di grano tenero, biologico e macinato con pietra naturale…praticamente l’ho tenuto come una reliquia fino ad oggi, 
in cui mi sono decisa a “profanarlo” per fare questa bella crostatina di carote e cumino.
Be, buona, decisamente buona.
Non so se sia merito della farina, ma l’impasto era meraviglioso già dal primo tocco,
  il gusto delicato e profumato della brisée era veramente speciale.
Naturalmente parlo al passato…perché è terminata completamente già al primo giro!
Ingredienti per una teglia da 11 x 35 cm, oppure rotonda da 22 cm di diametro:
Per la brisée:
– 150 g di Farina di grano tenero integrale.
– 75 g di burro 
– 5 cl di acqua fredda 
– 1 cucchiaino da tè di semi di cumino
– mezzo cucchiaino di sale
Per la farcia:
– 2 carote grandi (oppure 3 0 4 di carote novelle) bio
– un mazzetto di prezzemolo fresco
– 1 uovo bio
– 200 g di panna acida
– mezzo limone
– Olio EVO, sale e pepe macinato al momento q.b.
Lavate e pulite le carote e tagliatele a listarelle sottili, fatele saltare in padella con un filo d’olio 
per qualche minuto e poi bagnatele con il succo di mezzo limone, 
aggiungete la metà del prezzemolo tritato, 
un pizzico di sale, pepe e lasciatele ammorbidire per circa 15 minuti, 
aggiungendo qualche cucchiaiata d’acqua in modo che non si secchino o brucino.
Nel frattempo lavorate con le mani la farina e il burro, unite l’acqua, il sale e i semi di cumino
e lavorate sul piano infarinato fino ad ottenere un impasto morbido, 
che non si sbriciola e si può stendere facilmente.
Avvolgetelo nella pellicola per alimenti e lasciatelo riposare in frigorifero.
Preparate la crema per la farcia, sbattendo l’uovo con la panna acida, un pizzico di sale, 
pepe e il prezzemolo tritato rimasto.
Controllate le carotine, se sono diventate tenere, spegnete e lasciate intiepidire.
Accendete il forno a 180° C.
Stendete la pasta brisée e adagiatela sulla teglia, leggermente imburrata e infarinata, togliete la pasta eccedente dai bordi, bucherellate la base con i rebbi di una forchetta e versate il composto di panna, distribuite le carote lungo tutta la superficie ed infornate per circa 20′, 
controllate il grado di cottura della crostata prima di sfornare.

(Alla ricetta originale, che si trova sulla rivista Marie Claire Idées di Aprile 2014, ho apportato varie modifiche)

You Might Also Like...

30 Comments

  • Reply
    Federica Musilli
    3 Maggio 2014 at 17:33

    Bellissima la foto!
    E poi mi piace molto l'idea di una torta rustica stretta e lunga!!!!
    Un abbraccio.

    • Reply
      paneacqua
      4 Maggio 2014 at 18:51

      Ciao Federica, anche a me piace la forma, ne ho viste un po' "girare"…e quando ho trovato lo stampo, non ho resistito. ..mio!!!! Eh eh eh
      un bacio,
      Cri

  • Reply
    Cecilia Concari
    3 Maggio 2014 at 19:45

    Bellissima, si vede da lontano quanto deve essere buona e fragrante
    il cumino non l'ho mai provato nell'impasto, mi sembra azzeccato, brava
    ciao

    • Reply
      paneacqua
      4 Maggio 2014 at 18:52

      Ciao Cecilia, ci stava bene, con le carote è perfetto.
      un bacio,
      Cri

  • Reply
    Luisa Piva
    4 Maggio 2014 at 6:13

    le foto esprimono tuttala bontà, la cremosità e sfiziosità di questa tortina salata..
    brava Cristina
    buon weekend

    • Reply
      paneacqua
      4 Maggio 2014 at 18:53

      Luisa…diciamo pure che detto.da te.. è un gran complimento, grazie mille davvero!!!
      Cri

  • Reply
    Chiara
    4 Maggio 2014 at 7:59

    Da mangiare con gli occhi! Complimenti, mi segno la ricetta! 😉
    Chiara

    • Reply
      paneacqua
      4 Maggio 2014 at 18:53

      Grazie Chiara, segna…segna!
      🙂
      Cri

  • Reply
    veronica
    4 Maggio 2014 at 9:02

    cristina eccomi qui da te che piacere conoscerti e ti faccio i miei complimenti er il blog e per le tue ricette bellissime
    nel frattempo mi faccio un'altro giro

    • Reply
      paneacqua
      4 Maggio 2014 at 18:54

      Ciaooo Veronica!!
      Il piacere è il mio, un abbraccio piumato 😉
      Cri

  • Reply
    Simo
    4 Maggio 2014 at 11:51

    bellissima! L'idea di fare una torta salata con le carote è davvero intrigante, devo provare… 😉
    bacione e buona domenica

    • Reply
      paneacqua
      4 Maggio 2014 at 19:42

      Ma grazie La Simo!
      Un abbraccio,
      Cri

  • Reply
    Ileana Pavone
    4 Maggio 2014 at 11:57

    Gli ingredienti di qualità e l'amore in cucina fanno sempre la differenza 🙂 Tu hai creato una crostata deliziosa, mi piacciono molto le carote e con il profumo del cumino stanno davvero benissimo..
    un bacione cara :*

    • Reply
      paneacqua
      4 Maggio 2014 at 19:43

      Era buona in effetti, un insieme armonico…una volta tanto l'azzecco anche io 😀
      Un abbraccio,
      Cri

  • Reply
    Ketty Valenti
    4 Maggio 2014 at 14:32

    wow mi è piaciuta al primo sguardo su facebook,le carote sono dolcissime e tutta la ricetta è una delizia,bravissima sono piatti rustici salati che io adoro particolarmente.
    Buona Domenica
    Z&C

    • Reply
      paneacqua
      4 Maggio 2014 at 19:59

      Grazie mille Ketty, anche io amo questo tipo di piatto ;D
      Cri

  • Reply
    Claudette
    4 Maggio 2014 at 17:13

    La pasta brisée è quella che preferisco sia perchè croccante sia perchè decisamente più veloce e semplice da preparare.
    Una gita a Eataly Milano (io sto poco più a nord) avrebbe dovuto essere il mio "auto" regalo di compleanno, ma sono saltate le ferie – come al solito – all'ultimo momento….ma il mio autoregalo è solo rimandato e la farina è nella lista della spesa.
    Claudette

    • Reply
      paneacqua
      4 Maggio 2014 at 19:59

      Ciao Claudette, devi "rimediare" subito…praticamente il paese dei balocchi, quello di Milano è decisamente più piccolo di quello a Torino, ma trovo che, come location, abbia moooolto più fascino, sarà che ero affezionata al teatro Smeraldo…sarà che è la zona in cui lavoro da praticamente 30 anni…insomma…bello!
      Un bacione,
      Cri

  • Reply
    Chiarapassion
    4 Maggio 2014 at 19:41

    M sai che non ho mai pensato di fare una torta rustica utilizzando le carote? Devo rimediare presto ho proprio delle carote in frigo da consumare.
    Buona domenca sera

    • Reply
      paneacqua
      4 Maggio 2014 at 20:01

      Naaaa dai Enrica, mi stai prendendo in giro…no, non ci credo.
      Se è vero…cosa fai li???! Corri subito a fare una torta rustica con le carote!!!
      Un bacione,
      Cri

  • Reply
    Valentina
    4 Maggio 2014 at 20:12

    Eccola qui la tua torta salata con farina integrale macinata a pietra! Stupenda, Cri, adoro questo tipo di farina e credo che renda tutto molto più gustoso! Perfetta la farcia con carote, panna acida e prezzemolo e poi quanto mi piace la brisée!!! Belline noi con la stessa farina, dolce e salato ^_^ Ti abbraccio forte forte, felice settimana! :**

  • Reply
    Claudia
    5 Maggio 2014 at 8:49

    Che bontà deve essere la brisée fatta con quella farina… Mipiace anche l'idea delle carote nella farcia.. non c'evrai mai pensato.. smack e buona settimana 🙂

  • Reply
    Sara L'arcobaleno di Sara
    5 Maggio 2014 at 10:15

    Bongiorno Cristina,
    belle foto buonissima ricetta!
    buona settimana 😉
    Sara

  • Reply
    Roberta Morasco
    6 Maggio 2014 at 21:15

    Io ho una passione per queste farine!!!! Ma quanto buone sono???
    Torta rustica stupenda Cri, mi piace tantissimo!!!!
    Ti abbraccio forte forte e vado a nanne!! Roby

  • Reply
    elly
    7 Maggio 2014 at 7:58

    Grazie a Eataly, ho potuto anche io apprezzare la farina di cui parli. La tua torta rustica, anche grazie alle bellissime foto, è così invogliante che ha bisogno veramente di poche parole per convincerci! Il cumino lo adoroooooo! Abbraccio!

  • Reply
    Silvia- Perle ai Porchy
    7 Maggio 2014 at 19:27

    Cri, una briseé fantastica! E un ripieno da impazzire!!! Bella bella bella!

  • Reply
    paneamoreceliachia
    10 Maggio 2014 at 16:35

    Buona Cri!! Anche io ho quello stampo…e chissà perché tutto quello che ci preparo dentro mi poace più che nello stampo tondo…questa tua torta salata è una delizia però sia nello stampo rettangolare che tondo! Ne sono certa…un bacione,
    Ellen

  • Reply
    Annalisa B
    10 Maggio 2014 at 23:04

    Alto che pane e acqua!! Perciò, viste le tue belle ricette, d'ora in poi ti seguo più che volentieri!
    Buona domenica!
    Annalisa 😀

  • Reply
    LaRicciaInCucina
    12 Giugno 2014 at 14:33

    Ehh ma che spettacolo di quiche!!! Complimenti!!!

  • Reply
    Cucina Teorica
    16 Ottobre 2014 at 21:17

    Sai che a volte compro la farina e poi non oso aprirla, pensando che poi, una volta aperta e usata, non ne avrò più (sono scema lo so!!!). Faccio la guardia al mio kg di grano verna e senatore cappelli e prima o poi so, che lo dovrò aprire , altrimenti gli insettini arriveranno prima di me!!
    In questo momento sono tortino-quiche-et similia dipendente e ne faccio con tutti i tipi di ripieni. Ottimo con il tuo ripieno di carotine e panna acida!
    Ciao Isabel

Leave a Reply